Posizionamento sui motori di ricerca Napoli - Web Marketing Napoli - Siti web Napoli

 
  Home | Azienda | Il Gruppo | Posizionamento Motori di Ricerca | Content Management | Sitemap | Contatti

 

COME FARE RICERCHE SULLA RETE :

Come possiamo ottenere l'informazione giusta senza perder tempo in un mare di notizie che non ci interessano?

Per essere navigatori e non naufraghi, possiamo imparare a usare al meglio le risorse offerteci dai motori di ricerca. Attraverso sistemi automatici chiamati spiders ( ragni ) essi esplorano la rete ad altissima velocità e passando tra i links ordinano i contenuti dal più al meno utile. Ma noi quale motore dovremmo preferire? E cosa digitare nella casella di testo con scritto "cerca" senza ritrovarci con risultati simili a carte estratte a sorte dal mazzo? Alcuni espedienti ci garantiscono una buona mira all'oggetto desiderato.

Ecco dunque qualche regola pratica.

- Andando per tentativi, è opportuno cominciare con parole chiave significative e intuitive facendo attenzione alla correttezza dei nomi. Se il risultato non ci soddisfa allora procederemo con termini più generici. Digitiamo una parola, ad esempio: "finanziamenti" e ci compare l'elenco da consultare.

- Se non otteniamo risultati soddisfacenti possiamo scegliere la ricerca avanzata.

- Altrimenti ricorreremo al tasto help che presenta varie opzioni per chiarire il contenuto di ciò che cerchiamo. Se neanche questo ci soddisfa, possiamo cambiare parola chiave, ricorrendo all’uso dei sinonimi oppure cambiare motore.

- E’ bene tenere presente i caratteri Jolly. Vi è mai capitato di cercare una società, una città, e di non conoscerne il nome esatto? In Arianna e Altavista l’asterisco permette di trovare tutte le diverse terminazioni di una parola, così da compr* si avrà come risultato " compro, comprò, comprensivo". Si può inserire anche al centro e ad inizio di parola. Alcuni motori accettano l’uso del punto interrogativo e della parentesi.

Ma se le parole sono più d'una? Come evitare che il risultato ci dia una lista di termini sparpagliati nel testo senza alcun legame? Anziché incrociare le dita conviene usare accorgimenti che aggiustano il tiro alla nostra ricerca:

- Utilissimi sono per esempio gli operatori booleani.

- Un valido aiuto ci è offerto dalle virgolette che in tutti i motori, tranne Excite, servono per intendere due o più parole come se fossero una sola, cioè legate come in una frase, e vengono cercate nella sequenza esatta da noi scelta.

- Anche l’ordine di inserimento è importante: i termini selettivi o di significato pregnante andranno inseriti sempre per primi, ad esempio: vogliamo notizie sui finanziamenti agevolati a Napoli? Sara opportuno scrivere: Napoli"finanziamenti agevolati".

- Possiamo perfezionare la nostra ricerca attraverso funzioni specifiche diverse a seconda dei motori. Excite ha per questo la funzione "More like this". HotBot un’ opzione un po' fastidiosa ma efficace: ad esempio, la frase "artigianato domain:it within:2/months" va a cercare il termine "artigianato" solo sui siti con dominio "punto it" creati o aggiornati negli ultimi 2 mesi. Google con il tasto "mi sento fortunato" fornisce il primo risultato più appropriato. AltaVista propone il comando "Refine". Semplice in quest’ultimo motore è il comando per visualizzare immagini "image". Per esempio "image:cantine" cerca le pagine contenenti un file grafico di cantine.

Se avete un sito e volete verificare tutte le pagine che rimandano ad esso attraverso un link, potete farlo su Yahoo o su Google(ma su GG non funziona bene come su Yahoo) con il comando link:http://www.nomedelvostrosito.com. Se invece volete elencare di esso solo quelle pagine selezionate da AltaVista, potete digitare host:www.nomedelvostrosito.com.

- Se conoscete l’url cioè l’indirizzo (www.sito.it) la ricerca è semplicissima, basta solo digitarlo nella casella dell’ http//.

- Le directories sono invece un serbatoio di argomenti già catalogati in sezioni che non solo ci facilitano la ricerca, ma ci prospettano soluzioni e possibilità a cui forse non saremmo mai giunti dalla sola casella di testo. Vale la pena di andare a sbirciare! 
Si sta diffondendo nelle directories dei motori (è il caso di Excite e in Italia Iol e Tin) il sevizio di "community" cioè la presentazione di pubbliche aree a tema dove i navigatori possono entrare in contatto e discutere. Così come la presenza delle FAQ (ad esempio in GoTo) con risposte alle domande più frequenti. Questi due servizi sono preziosi per sapere come funziona la ricerca in ogni motore.

- Risparmieremo tempo anche con la ricerca incrociata cioè svolta contemporaneamente su più motori attraverso i cosiddetti "Meta-Crawler" meno precisi ma più veloci. I più noti sono: Mamma.com, Meta-Crawler e in Italia: NetSonar.

- Sorprende eppure, malgrado la vastità di internet, i 2/3 dei siti esistenti non sono indicizzati dai principali motori e affiorano sullo schermo solo digitandone l’indirizzo. Si tratta del cosiddetto "deep web" tutt’ora in crescita.



 
 



motori di ricerca presi in esame
::

piano di lavoro :: 

come utilizzare i motori di ricerca :: 
  


     Tutti i diritti riservati © 2003-2010
Powered by NapoliWeb S.r.l.